Con l’amante 3za parte

Ben Esra telefonda seni boşaltmamı ister misin?
Telefon Numaram: 00237 8000 92 32

Amateur

Con l’amante 3za parteL’indomani nel tardo pomeriggio Luca e Lidia vanno a fare shopping. Lei compra una mini gonna nera cortissima del tipo inguinale.Poi passano al solito negozio della biancheria intima per comprare un altro corsetto.Anche stavolta tra Lidia, luca e la commessa c’è grande complicità. In questa occasione la commessa si spinge un po’ più in là di un semplice rapporto tra clienti dando il suo nome: Graziella.L’atteggiamento confidenziale ed anche un po’ intimo consente a Graziella di mostrare dei capi che normalmente non vengono proposti alle signore come ad esempio delle canottierine di seta che possono essere usate come dei top.Luca in quella situazione sembra essere a suo agio e rovista ed apre s**tole con vero piacere e curiosità che non è maschile e ci mette tanto entusiasmo e ciò non passa inosservato a Graziella che lo fa notare a Lidia mentre la spoglia.Lidia non partecipa alla scelta e si lascia sfilare il vestito dalla ragazza che nello spogliarla si complimenta perché ritiene Lidia una donna fortunata ad avere un marito che si interessa tanto al suo look “Sono pochi gli uomini che lo fanno, mi creda!”“Debbo dirvi che lo faccio con piacere. E’ una curiosità che mi da delle belle sensazioni e poi per la mia compagna farei anche altro davanti ad altre persone. Non mi vergogno affatto e non ho disagio”La lingerie è bellissima per la fantasia dei colori, i pizzi, i ricami, tessuti e ce n’è per tutti i gusti.Graziella sfrutta la confidenza e l’ultima frase di Luca per dire “Anche quella per gli uomini comincia ad essere molto bella. Per gli uomini si cominciano a fare cose carine e spesso ci sono capi unisex. Ve li farò provare magari un altro giorno con calma alla fine della giornata così siamo più tranquilli e possiamo vederli meglio”Graziella, infilato un corsetto a Lidia, va in uno scomparto e mostra a Luca alcuni slip più succinti del solito dicendogli che sono spesso acquistati da uomini e lui con grande stupore “Ma davvero?!”“Si” le risponde Graziella “sono per coloro a cui piace portare slip. Scommetto che Lei non porterà mica i mutandoni! Ecco questi sono della sua misura”Lidia quasi del tutto nuda si avvicina a loro uscendo dallo stanzino incurante del fatto che potrebbe entrare qualcuno o che la potrebbero vedere dalla vetrina.“Tu non li porti molto diversi, tesoro. E questi sono carinissimi ma non così piccolissimi. Mi farebbe piacere se li accettassi come regalo”“Mi piacciono. Me li dà della mia taglia? Li voglio provare prima di acquistarli” dice Luca compiacendosi nell’ammirare quegli slip che somigliano molto a dei tanga.Graziella è andata in magazzino ed al ritorno si ripresenta dicendo “E’ questa! Entrambe avete più o meno la stessa misura! Che strano! Una taglia da donna matura è indossabile da un giovane uomo!”Lidia nel frattempo teneva quello slip in mano osservandole la fattura e la consistenza del tessuto ed una volta che la commessa aveva trovato la taglia giusta ha passato il capo a Luca che si è avviato nel camerino di prova.“anche bahis firmaları Lidia ha voluto provare quello slip come se fosse unisex “Li provo anche io!” e Graziella la segue. Lidia, oramai abituata ad essere servita, resta immobile in attesa di essere aiutata. La commessa si china a sfilarle il perizoma e Luca si avvicina per porgerle lo slip che la ragazza infila a Lidia.“E’ carinissimo!” Fa la donna con un moto di meraviglia e piacere tutto femminile.“Si le sta molto bene”“Le prendo. Prendo lo slip e il corsetto” controbatte Lidia e resta in attesa che la commessa la aiuti a togliersi di dosso quei capi.Luca ha provato quello slip ma alla fine ha rinunciato a comprarlo per se dicendo che era troppo striminzito per contenere i suoi attributi maschili.Intanto Luca fa “Posso curiosare in giro come al solito?”“Faccia pure!”Quando Lidia è nuovamente rivestita Luca torna verso le donne con uno slip molto simile a quello che ha appena provato Lidia ma di colore diverso “Anche questo è carino, non ti pare?”Ma la commessa si interpone “Vuole che glielo provi?”La mossa di presentare a Lidia un altro slip è veramente perfida ma ha lo scopo preciso di far eccitare e far venire allo scoperto la ragazza.La commessa si avvicina a Lidia, le solleva il vestito e le sfila il perizoma che ha indosso soffermandosi un po’ di più a guardare la figa depilata della donna ed avvicinandosi quasi a sentirne il profumo.Luca porge lo slip e la commessa lo infila a Lidia che tiene il vestito sollevato e poi si guarda allo specchio per vedere come le sta “Veramente carino. Li prendo tutti e due”Dopo aver pagato escono e corrono a casa. Quando arrivano sono entrambe eccitati.Una volta chiusa la porta Luca sbotta “Mi avete fatto morire. Tu fai la bambola giuliva con lei che gioca col tuo corpo”“In quel negozio ti ecciti tanto a toccare e guardare quella lingerie, vero?”“Si da morire. Non lo posso negare. Ho l’impressione che Graziella sia una gran porcellina e chissà se è lesbica”“Si mi piace farla eccitare. Ha l’aria di essere una ragazza innocentina che potrebbe essere sottomessa, per dirla in una parola potrebbe essere una slave e mi piacerebbe avere schiavetta”Lidia mai prima di quel momento avrebbe detto quelle parole ma le erano uscite di bocca senza volerlo, era proprio ormai disinibita davanti a Luca che le dava una carica erotica incredibilmente forte. Con lui la voglia di fare sesso era forte e davanti a lui forse l’avrebbe fatto anche con altri. Intanto tira fuori gli acquisti dalla busta “Sai perché li ho presi” chiede a Luca.“No. Perché?”“Perché io credo che ti piacciano anche se tu davanti alla commessa hai detto che non erano adatti a te” Ti vergogni di dire che indossi intimo da donna?”“Beh! In parte si. E’ che sono troppo succinti, troppo piccoli e temo che le mie palle dentro non ci stiano e tu sai bene che quando escono fuori dal contenitore si sente dolore”“Non fare storie! Tesoro, ti ho visto, ti stanno bene!. Provali vedrai che cambierai idea!”“Tu vuoi vestirmi kaçak iddaa come piace a te”“Perché non è possibile? Oppure sua maestà piace solo a sé stesso? Anch’io voglio vederti vestito come mi piaci”Dopo questa battuta Luca indossa gli slip nuovi. Sono molto succinti; sono molto sgambati e lasciano i glutei scoperti essendo fatti per le donne che non vogliono far vedere il segno nei pantaloni e quindi la striscetta posteriore deve scomparire proprio tra i glutei.La sera vanno a cena e eli fa la solita scena al ristorante.Il gestore del ristorante è ben felice che lei ci vada e ai tavoli si notano dei clienti già visti in precedenza che come sempre si voltano a vedere il passaggio di quella MILF spettacolare che non lascia dubbi sulla bellezza del suo corpo.Al termine della cena a loro viene fatto uno sconto ma sul momento non viene data spiegazione.Anche all’uscita viene automatico che Luca preceda Lidia in auto. Lei cammina sul marciapiede lentamente sculettando, le si accosta una macchina, lei si ferma, l’autista le parla e lei gli risponde.Stavolta Lidia prende coraggio complice il vino bevuto e monta in macchina ma ridiscende subito.Luca ha visto la scena e si un po’ preoccupato.“Cosa ti ha detto quell’uomo?”“Mi ha chiesto quanto volevo”“E tu?….”“Gli ho 400 Euro”“E lui?”“Sei una gran figa ma non posso spendere la cifra che vuoi”“Sei veramente una gran troia” le risponde Luca avviando l’auto.“Ora andiamo a casa? O andiamo a divertirci da altre parti? Stasera il tempo è tiepido e si può stare fuori senza soffrire il caldo”“Che ne dici di andare a vedere le puttane battere? Ci sei mai stata?”“Non ci sono mai stata e sono curiosa di vederle da vicino. Le vedevo di sfuggita passando in auto ma fermarmi non l’ho mai fatto”“Beh! Ora sarai tu a doverlo fare. Non mi dire che non ti piacerebbe! Fallo almeno una volta, tanto per provare l’ebrezza di essere in vendita!”Lidia accettando l’idea di voler provare per divertirsi ha chiesto a Luca “Che devo fare?”“Quello che vedrai fare a quelle. Voglio vederti quando ti avvicini alle macchine che si fermano e ci parli. Io ti aspetterò a qualche decina di metri così controllo chi ti si avvicina”Lidia scende con fare non certo da puttana e resta lì con aria smarrita. Luca si posiziona come detto e non tardano a fermarsi alcune persone in auto.Lidia si comporta da puttana e sembra farlo benissimo ma non va con nessuno. Luca vedendo che non la carica nessuno si accosta e le chiede il perché non si sia accordata con nessuno.“Ne ho sentite di tutti i colori. E’ stato eccitantissimo!” riferisce a Luca“Dai raccontami!” la incita lui.Felice e sorridente inizia a parlare “Mi sono sentita una vera puttana. Mi veniva da parlare in termini volgari in modo naturale. Non so da dove me li sono inventati ma mi uscivano così semplicemente. Di sicuro mi hanno presa per una professionista del sesso. Ti sembro così figa? Uno quasi mi dava i soldi che chiedevo. Ora sono molto eccitata e il perizoma sarà senz’altro bagnatissimo. Vuoi fare un’altra kaçak bahis uscita?“Si. Dai! La cosa sta eccitando molto anche me”E subito dopo lei esce dall’auto di Luca per rimettersi sul marciapiede a mostrarsi in tutto il suo splendore.Non tarda a fermarsi una macchina con la quale Lidia chiacchiera molto, poi se ne ferma una con due uomini. Lidia si accosta allo sportello e uno dei due tira fuori un braccio e le accarezza le cosce e tasta il culo di Lidia.Luca torna indietro dalla sua postazione e fa salire Lidia in auto e lei subito gli dice “Hai visto come mi ha palpato?”“Si è stato eccitantissimo”“Se continuano così non tardo e venire senza che mi sia toccata!”Luca le spiega che gli piace che gli altri la palpino e che il vederla tra le mani di un altro lo eccita molto.“Ti va di andare a vedere un film porno?”“Bella idea! Si, andiamo!”Solo la parola cinema ha fatto venire in mente a Lidia la prima volta che nell’oscurità è stata toccata ed anche scopata da sconosciuti come se fosse stata una puttana oppure una ninfomane. Di ciò però non ne ha fatto cenno a Luca che dopo un tragitto in cui sono stati fatti tra lei ed il suo amante tanti scherzi e battute di tipo sessuale, l’ha portata davanti all’ingresso del cinema.“non mi dirai che lì dentro mi toccheranno!? Ne sei sicuro?”“Tranquilla! Conosco il posto” la rassicura il giovane cavaliere che una volta dentro le dice sottovoce “vedi! C’è pochissima gente e sono tutti attenti al film e chissà quante seghe si stanno facendo”Nella sala ci sono una ventina di persone.Poco che i due ammanti si erano seduti accanto a lei si è seduto uh uomo e lei lo guardava cercando di scoprirne il volto ed ecco che si ripete la scena della prima volta che ha portato Lidia a scoprire una vita parallela facendo sesso sfrenato. Quello sconosciuto le ha poggiato una mano su una gamba.Lei si è irrigidita non sapendo lì per lì cosa fare ma l’uomo le ha tolto l’imbarazzo iniziando ad ad accarezzarle una gamba quasi per intero nuda.Luca è rimasto lì facendo finta di vedere le scene porno sullo schermo ma in realtà si godeva quello che l’uomo avrebbe fatto alla donna.Dopo poco un altro uomo si siede accanto a Lidia ed è quando Luca le sta carezzando una coscia che anche l’altro poggia una mano sull’altra coscia e inizia il palpeggiamento.Anche la prima volta al cinema d’essai le cose erano iniziate così ma con due sconosciuti.Dopo un po’ Luca tra i bagliori dello schermo vede che l’uomo prende una mano di Lidia e la porta sul suo cazzo che ha tirato fuori mentre la mano di Luca e dello sconosciuto si incontrano tra le cosce di Lidia. Le loro dita vengono a contatto scambiandosi le dita nel fare un ditalino alla figa della donna ormai iper bagnata.Poi la mano dello sconosciuto si chiude sulla mano di Luca e guida due dita tra le labbra della figa della donna penetrandola con forza.Lidia ha un orgasmo mentre l’uomo nello stesso tempo segato da Lidia sborra.Evidentemente il cinema per Lidia ha qualcosa di speciale. Ogni volta che fa sesso al cinema lei perde ogni inibizione e diventa più troia che mai aprendosi e lasciandosi andare a godere i piaceri del sesso impossibili con il suo legittimo consorte che ignora che sua moglie faccia la ninfomane in sua assenza.

Ben Esra telefonda seni boşaltmamı ister misin?
Telefon Numaram: 00237 8000 92 32

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *